Scegliere il giubbotto da lavoro è molto semplice e veloce, basta seguire alcuni accorgimenti che possono semplificare la ricerca e restringere i campi di ricerca.

Innanzitutto, come prima cosa dobbiamo pensare alla comodità. Il capo lo indosserete per il maggior tempo durante la giornata di lavoro e deve essere comodo, con taglio morbido, che vi permette libertà di movimento, vi fa sentire a vostro agio ed adatto alle attività che dobbiamo svolgere.

Caratteristiche per scegliere il migliore giubbotto da lavoro

Come seconda cosa, pensate ai tessuti, secondo la Legge, devono essere:

·       Ignifugo: Questo tessuto è particolarmente resistente al fuoco. Se si è a contatto con scintille di saldatura, solventi, fiamme questo è il tessuto certificato per lavorare in sicurezza.

·       Impermeabile ed idrorepellente: Un tessuto resistente all'acqua e ai liquidi. Impermeabile ha una resistenza di 800mmWS o maggiore mentre, si definisce Idrorepellente quando ha una resistenza all’acqua minore di 800mmWS.

·       Traspirante: Questo tessuto favorisce la circolazione dell'aria pertanto puoi mantenere la pelle asciutta e fresca. Ha anche la capacità di assorbire il sudore, facilità l’evaporazione e offre una naturale termo-regolazione corporea. Quando indossiamo capi che ci fanno da “seconda pelle” è molto importante scegliere un tessuto traspirante. E’ un tessuto perfetto per l’inverno.

·       Alta visibilità: Favorisce la visibilità al buio grazie alle bande catarifrangenti e grazie ai colori accesi che riflettono. I colori senza dubbio più utilizzati sono il Giallo e l’Arancione, ma vengono utilizzati anche capi di colori classici con solo le bande rifrangenti. E’ ideale indossare questo capo per chi lavora nei cantieri stradali o edili e per chi lavora maggiormente in luighi con scarsa visibilità.

 Materiale migliore per il giubbotto da lavoro

Anche la qualità del materiale fa la sua parte, infatti a seconda delle esigenze può essere utile un capo sintetico, il cosiddetto poliestere (molto resistente in ambito lavorativo) o in cotone.

Il Poliestere è una fibra sintetica molto utilizzata nel mondo tessile. E’ molto utilizzato anche nel settore d’abbigliamento industriale. Maggiormente viene utilizzato per l’imbottitura dei capi invernali e per formare il “Pile”. Può essere mischiato con il cotone, oppure con nylon, lycra ecc.. per ottenere un capo misto.

Caratteristiche del Poliestere:

·       Risulta molto lucido

·       In base alla lavorazione può essere morbido e vellutato al tatto oppure ruvido

·       Ha un’elevata resistenza all’abrasione e lacerazione

·       Materiale elastico e non sgualcisce

·       Idrorepellente

·       Traspirante

·       Asciuga velocemente

Il cotone è una fibra più utilizzata a livello mondiale. E’ tra le fibra che assorbe di più l’acqua, assorbe bene anche il sudore e ti permette di restare asciutto. Ha però uno svantaggio, il sudore impregna il cotone e non lo abbandona facilmente, uno svantaggio che riguarda soprattutto la stagione estiva.

Caratteristiche del Cotone:

·       Ipoallergenico

·       Assorbe acqua e sudore

·       Traspirante

·       Disperde il calore corporeo

·       Tampona il cattivo odore prodotto dal sudore

·       Molto resistente alla rottura

 Clima e temperatura di utilizzo

Influisce molto anche la durata del tuo lavoro, il clima e la temperatura in cui verrà utilizzato.

Se sei un addetto di celle frigorifere avrai bisogno di un giubbotto adatto a mantenere a lungo la tua temperatura corporea con una grammatura pesante.

L’abbigliamento ideato per il freddo è realizzato anche con le bande rifrangenti, adatto a chi lavora in condizioni di scarsa visibilità.

Le categorie di lavoro più adatte a questo tipo di abbigliamento sono:

-        Celle Frigo

-        Magazzini frigoriferi

-        Camion frigo

-        Zone artiche o zone di montagna

-        Industria alimentare

Giubbotto di lavoro antifreddo

L’abbigliamento antifreddo è adatto quindi per chi è esposto a temperature inferiori a -5°C e permette di essere riparati fino a -40°

E’ molto importante ripararsi con i capi giusti per evitare casi di ipotermia e congelamento.

Andando oltre dobbiamo anche pensare agli accessori del giubbotto, ovvero al cappuccio, alle tasche, ai taschini ecc.. tutto in base alle vostre esigenze lavorative.

Il cappuccio vi ripara dal vento e dalla pioggia ed alcuni modelli di giubbotti possono avere un cappuccio imbottito, mentre altri sono dotati semplicemente di un cappuccio impermeabile. La scelta del cappuccio è molto soggettiva.

Anche le tasche sono un elemento a cui pensare. Le tasche sono essenziali per riporvi tutto il necessario, piccoli oggetti utili, cellulare, bottiglietta d’acqua, lasciando così le mani libere e avendo meno ingombro.

Con lo scopo principale di assicurare la sicurezza del lavoratore, la Legge impone che i lavoratori siano muniti, per una questione di igiene e sicurezza, di determinati uniformi ed accessori.

Quindi scegliere il giubbotto adatto se siete a contatto con celle frigorifere, congelatori oppure un classico giubbotto invernale antifreddo e antipioggia.

Nell'ambito lavorativo un adeguato abbigliamento da lavoro è sempre stato un requisito primario, la cura dell'immagine va di pari passo con la formazione tecnica e professionale e può essere uguale per tutti i dipendenti o differenziarsi per ruolo/livello