LE DIVISE SANITARIE

 

Cosa sono le divise sanitarie

 

Le divise sanitarie sono, nella maggior parte dei casi, obbligatorie per medici, infermieri, chirurghi e altro personale che lavora nell’ambiente ospedaliero.

Esse comprendono:

·       camici

·       casacche

·       pantaloni

·       cuffiette

·       calzature

·       materiale monouso.

 

Posso essere utili anche per tutti i professionisti che si occupano della persona, come ad esempio parrucchieri, estetiste, massaggiatori, fisioterapisti, farmacisti ecc…

L'abbigliamento adeguato al lavoro è molto importante. Ci rende più professionali e presentabili quando trattiamo con i clienti. Ma l'industria sanitaria è totalmente diversa.

Vediamo medici e infermieri indossare l'uniforme, in diversi colori e stili. Una tunica medica che mantiene il professionista medico protetto da qualsiasi sostanza fastidiosa che entrerà a contatto con loro.

 

L’Importanza di indossare uniformi mediche professionali

 

Tutti gli operatori che fanno parte dell’equipe degli ospedali indossano l'uniforme, la cosiddetta “Divisa”

Perché le persone in campo medico indossano la divisa?

La divisa è un'uniforme comune indossata dalle infermiere nell'assistenza sanitaria. La divisa è anche un modo per gli infermieri di identificarsi tra di loro. Aiuta anche a identificare i professionisti medici. A seconda della struttura sanitaria, ad un'infermiera che lavora per loro potrebbe essere necessario indossare un camice a tinta unita come il bianco o il blu.

Il bianco è il colore più prevalente: l’uniforme bianca in campo medico viene usata principalmente per il personale non chirurgico. Coloro che sono impegnati nella sala operatoria sono visti nel colore verde o blu.

Perché è necessaria la divisa in campo medico?

La divisa aiuta ad identificare gli infermieri, i chirurghi o gli operatori di sala operatoria. L'infermiera solitamente indossa un'uniforme, come il camice bianco, che aiuta i pazienti e i collaboratori a identificarli sul posto di lavoro. Gli infermieri sono spesso facili da evidenziare proprio per la divisa che indossano.

 

L’Uniforme sanitaria è molto significativa per la professione medica. Offrono un'alta qualità sia per il personale femminile sia per il maschile. Esiste una vasta gamma di selezioni di colori con stile diverso ognuno appositamente studiato per il tipo di mestiere. Come abbiamo già detto non solo medici ed infermieri indossano la divisa sanitaria ma anche parrucchieri, estetiste, massaggiatori, fisioterapisti, farmacisti ecc…

Come ci si può aspettare dall'abbigliamento professionale, le divise sanitarie sono progettate per essere resistenti e confortevoli.

 

La divisa sanitaria perfetta? Vediamo insieme alcune caratteristiche…

La divisa sanitaria non impedisce i movimenti ed ha una vestibilità comoda, permette di svolgere tutte le attività del proprio lavoro proteggendo i tuoi abiti e la tua pelle.

È realizzata con tessuti che vi garantiscono il massimo comfort e grazie alla sua qualità non altera il colore e la forme col passare del tempo, resiste ai lavaggi e si asciuga in fretta.

Bisogna poi scegliere la misura ed il colore. Quest’ultimo va scelto, ove necessario, in base al vostro inquadramento lavorativo. Esistono tagli slim per le donne e taglio classico per l’uomo, donando così eleganza e assicurando un aspetto professionale.

Quando parliamo di divise ce ne vengono in mente molte… ci sono lunghe o corte, con la manica corta, con la manica lunga, con ricami personalizzati o non, con bottoni, con cerniera, con colli alla coreana o a V, ed eventuali decori colorati sulle maniche e sulle tasche insomma… come la vogliamo.

I camici arrivano al ginocchio e vanno dal classico bianco a colori neutri come il nero o il verde fino alle tinte più accese per chi vuole un po’ di sprint.

Le altre divise comprendono le casacche, pantaloni comodi da indossare per tutto il giorno grazie all’ottima vestibilità, kimoni e poncho.

 

Per completare la divisa sanitaria ci sono le scarpe medicali i cosiddetti zoccoli da lavoro.

 

Usare degli zoccoli che non si adattano bene ai piedi può provocare problemi di salute come calli, duroni, problemi di circolazione o mal di schiena. Per questo è importante ricercare e acquistare in funzione delle loro caratteristiche.

Il personale infermieristico, i medici e i farmacisti trascorrono gran parte della giornata lavorativa in piedi. Non possiamo sottolineare abbastanza l'importanza di indossare calzature comode e sicure, specificamente progettate per le loro esigenze.

Il primo passo è pensare al tuo tipo di lavoro: se il tuo lavoro è costituito nel trasportare sempre oggetti pesanti è appropriato scegliere una scarpa chiusa o uno zoccolo con cinturino dietro in modo da assicurarti stabilità e darti maggior sicurezza. Se ti muovi sempre per i reparti, devi cercare zoccoli anatomici, quindi devi assicurarti che aderiscano molto bene.

Altro punto… presenza di fluidi

Favorire le scarpe chiuse che impediscono l'infiltrazione di liquidi dall'alto.

Assicurati che abbiano una suola esterna antiscivolo, preferibilmente con una suola larga per un sostegno sicuro.

Le tue scarpe dovrebbero avere un po 'di tacco, ma non più di 25 mm.

Se sei a contatto con qualsiasi tipo di liquido, è più opportuno l’uso di zoccoli privi di fori per impedire che la pelle venga a contatto con elementi dannosi, e senza rilievi o decorazioni, per facilitarne la pulizia e l’igiene.

Se poi lavori in un ambiente dove l’esigenza igienica è assoluta, è indispensabile acquistare quegli zoccoli che permettono la sterilizzazione in autoclave.

Ricorda che zoccoli troppo bassi, possono causarti dolori alla schiena; sarebbe ottimo cercare zoccoli con cinturini.

Assicurati che abbiano caratteristiche antiurto attorno al tallone.

Verificare la vestibilità regolabile intorno alla campata o alla chiusura della cinghia di sicurezza.

Sono di materiale impermeabile, robusto e facile da pulire?

Scegli un comodo poggiapiedi.

Nota: alcuni ambienti di lavoro potrebbero richiedere obbligatoriamente un tallone chiuso.

 

 

Fanno parte di divise sanitarie anche i prodotti monouso.

Nel caso del settore sanitario, i prodotti devono spesso essere sterilizzati prima di essere utilizzati, il che è particolarmente importante se il prodotto è stato precedentemente utilizzato su un altro paziente.

Il costo della disinfezione delle apparecchiature è elevato poiché il personale che svolge il lavoro deve essere formato da professionisti.

Ciò comporta costi di riutilizzo molto elevati rispetto ad altri settori. Anche dopo una rigorosa pulizia e disinfezione, il rischio di contaminazione incrociata non può essere completamente eliminato, il che introduce un ulteriore fattore: "rischio per la salute del paziente".

È l'alto costo di riutilizzo e l'ulteriore rischio per la salute dei pazienti che ha portato alla progettazione di così tanti prodotti sanitari monouso, come guanti, camici, cuffie, mascherine, siringhe e alcuni strumenti chirurgici. Alcuni di questi rifiuti sono considerati "pericolosi" ufficialmente e pertanto non possono essere smaltiti legalmente in discarica, quindi quasi tutti i rifiuti sanitari vengono inceneriti, compresi molti rifiuti non pericolosi prodotti dagli ospedali, che non vengono conservati separatamente.

VANTAGGI DELLE FORNITURE MEDICHE MONOUSO

Decontaminazione - Gli strumenti medici monouso garantiscono uno strumento privo di contaminazione prima di ogni intervento chirurgico. Quando uno strumento arriva al centro sanitario pre-sterilizzato, non è necessario il processo di decontaminazione o lunga sterilizzazione, risparmiando così denaro per i centri sanitari.

Tracciabilità - Una volta che uno strumento viene utilizzato, disinfettato e messo in deposito, la sua pulizia non è tracciabile. Per quanto riguarda il monouso, il numero di lotto di ciascun pezzo può essere ricondotto allo stabilimento di produzione medica per evitare incoerenze e problemi.

Gestione del rischio - L'infezione e l'attenuazione della diffusione delle malattie è una delle massime priorità in una struttura medica. Gli strumenti contaminati diffondono l'infezione, creano problemi di salute e possono complicare il recupero chirurgico. Quando gli strumenti vengono utilizzati una volta, non vi è alcun rischio di contaminazione crociata tra i pazienti.

Costi - La contabilità per ogni strumento utilizzato in un intervento chirurgico aiuta a calcolare con precisione il costo di ogni intervento chirurgico. Quando si utilizzano strumenti riutilizzabili, la combinazione di costo iniziale, costo di sterilizzazione, costo della manodopera e utilità può rendere difficile la contabilizzazione accurata del costo totale delle procedure.