L’abbigliamento da barista, così come quello per la ristorazione, identifica in maniera immediata l’immagine del proprio locale. Essendo così rappresentativo, è necessaria un’attenta scelta quando si procede all’acquisto della divisa dei propri baristi, puntando alla loro immediata riconoscibilità da parte del cliente, poiché va a rappresentare l’anima dell’attività.

 

Nonostante sia molto importante l’impatto visivo - e quindi lo stile - quando si sceglie la divisa da cameriere, è allo stesso tempo fondamentale considerare che, il lavoro del barista, prevede che questo venga svolto passando molte ore in piedi: per questo, l’abbigliamento da barista, deve essere confortevole, permettere facilità di movimento e funzionalità.

 

Quando si deve scegliere la divisa da barista per la propria attività, si dovrà prima di tutto considerare la tipologia di locale che si possiede.

Un bar che punta sull’esclusività, dovrà mantenere l’immagine del proprio personale più sobria, ad esempio tramite l’utilizzo di giacche e gilet, che donano subito eleganza.

In bar più moderni, invece le divise da barista dovranno essere studiate tenendo conto degli elementi della location, comunicando una maggiore caratterizzazione.

Infine, in bar più giovanili, invece, le divise potranno essere più informali, con possibilità di scegliere tra colori e tipologie di abbigliamento più variegate.

 

In generale, gli elementi che vanno a comporre la divisa da barista sono:

 

-       le Giacche

-       i Gilet

-       i Grembiuli

-       accessori come cravatte e cravattine e papillon

 

Le Giacche per Bar

 

La giacca nelle divise da barista viene utilizzata, quasi esclusivamente, nelle tipologie più classiche di bar, quelle che vogliono richiamare le atmosfere più tradizionali.

 

Esistono due tipologie principali di giacche per bar:

 

-       le giacche da bar classiche, costituite, nella versione maschile, da collo a scialle ed un unico bottone a vista, mentre in quella femminile da un modello più corto e avvitato.

-       le giacche da bar alla coreana, che vengono indossate chiuse, con abbottonatura nascosta se non per un unico bottone a vista; anche per questo modello, la versione femminile è più avvitata e corta.

 

Uno dei tessuti più utilizzati per le giacche da barista è il poliestere 100%, in quanto garantisce resistenza ai lavaggi e una tendenza a non stropicciarsi durante l’utilizzo. Il poliestere 100%, a differenza di tessuti come il cotone è sicuramente meno traspirante e, per questo, potrebbe dare problemi in estate; tuttavia, possono essere utilizzate delle versioni più leggere per il periodo caldo, ovviando così al problema.

 

I colori delle giacca da barista dipenderanno dalla tipologia di locale che si possiede; mentre negli hotel si utilizzano i colori classici come quello bianco panna, il nero rimane uno dei colori più utilizzati. Se invece parliamo di locali di tendenza, ci si può spostare verso colori più ricercati come il beige o il grigio sia chiaro che scuro.

 

I Gilet da baristi

 

Alternativa funzionale e più comoda rispetto alla giacca è sicuramente il gilet da barista.

 

Il gilet garantisce al lavoratore confort e grande libertà di movimento, mantenendo comunque inalterato il fascino e l’eleganza senza tempo.

Per questi motivi è tornato molto di moda, ed è utilizzato soprattutto in quei bar che puntano a rievocare atmosfere vintage.

 

I modelli più classici di gilet sono composti, nella versione maschile, o da cinque bottoni frontali o da tre bottoni con collo a scialle, mentre nel modello femminile sono più corti ed avvitati.

 

Normalmente i gilet da baristi sono costituiti da poliestere 100%, sempre per le proprietà di questo tessuto, che garantiscono resistenza ai lavaggi e quindi durevolezza.

 

I colori dei gilet da baristi si declinano nei più classici nero, bordeaux e grigio, ma possono anche essere utilizzati varianti come il gessato.

 

I Grembiuli da barista

 

Uno dei capi di abbigliamento più utilizzato ed identificativo della figura del barista è sicuramente il grembiule; economico e pratico, rappresenta un vantaggio sia per il datore di lavoro che per il personale.

 

Per il datore di lavoro è fonte di un forte abbattimento dei costi di acquisto, in quanto, molti grembiuli sono monotaglia e quindi possono essere acquistati senza preoccuparsi troppo delle varie taglie necessarie per andare incontro alle diverse fisicità dei propri dipendenti.

 

Per il barista, invece, rappresenta praticità, confort e funzionalità, in quanto, permettono una libertà di movimento che è molto più elevata rispetto alle giacche e ai gilet; inoltre, essendo quasi sempre dotati di tasche, fanno si che il barista possa sempre portare con sè penne, blocchetti e accessori utili per svolgere il suo lavoro.

 

Il grembiule da barista può essere considerato sicuramente come categoria di abbigliamento che risulta meno raffinata rispetto alle giacche e ai gilet: tuttavia i modelli tradizionali senza pettorina – i cosiddetti grembiuli alla francese – comunicano un forte senso di  eleganza tradizionale. I grembiuli senza pettorina, normalmente, accompagnati da camicia bianca e cravatta.

 

L’altro modello più diffuso è senz’altro il grembiule con pettorina, dotato di una o due tasche, con uno scollo rotondo, o con uno scollo con taglio dritto oppure ancora una tipologia più classica con scollo a V. I grembiuli con pettorina rappresentano la scelta ideale per i locali che vogliono comunicare atmosfere moderne.

 

Il colore più utilizzato per i grembiuli da barista è sicuramente il nero, anche se sono molto diffusi anche quelli di colori come il bordeaux, il grigio, ma anche il gessato.

 

Come per i gilet, il tessuto più utilizzato e migliore per robustezza e resistenza ai lavaggi rimane il poliestere 100%.

 

Gli accessori per l’abbigliamento da barista

 

A complemento della divisa da barista, si possono scegliere una serie di accessori che vanno a personalizzare e caratterizzare la sua figura.

 

Tra questi c’è il papillon, sicuramente la scelta più classica ed elegante, molto d’impatto nel richiamare atmosfere vintage. Si può optare o per una tipologia di papillon da annodare a mano, che per una tipologia che prevede invece un nodo già fatto, con una chiusura dietro il collo – scelta sicuramente da preferire per una maggiore praticità e velocità.

 

Le cravatte da uomo e le cravattine da donna, invece, rappresentano una soluzione più classica, che non esclude però la possibilità di andare incontro anche a uno stile più moderno.

 

Nella versione femminile, le cravattine da barista sono solitamente più corte, con un taglio all’estremità trasversale, mentre nella versione maschile si presentano con una classica punta a freccia.

 

Il tessuto più utilizzato ed ideale quando si deve scegliere una cravatta o cravattina da barista è. anche il questo caso, il poliestere 100%.

 

Per quanto riguarda i colori degli accessori dell’abbigliamento da barista, possono essere molto diversi: si passa dai classici colori come il nero e il bordeaux, ad alternative e fantasie come quelli a righe.

Sicuramente, quando si sceglie il colore degli accessori da barista, è molto importante tenere a mente che questi devono essere uguali al colore del grembiule.

 

Come scegliere la divisa da barista

 

Quando dobbiamo andare ad acquistare le divise per i baristi che lavorano nel nostro locale, dobbiamo tenere in considerazione una serie di elementi:

 

-       la Comodità: come abbiamo detto, il lavoro del barista prevede lunghi turni da passare in piedi, camminando in continuazione e dovendo avere agevole possibilità di movimento. Per questi motivi, la scelta dell’abbigliamento da lavoro da barista deve optare per capi che siano comodi da indossare, funzionali per lo svolgimento delle diverse attività lavorative e una garanzia per un’elevata libertà di movimento;

-       la Pulizia: all’interno di un bar, e in generale in tutte le attività che rientrano nel settore della ristorazione, è importantissimo comunicare un’immagine di pulizia. Per questo motivo, si deve sempre fare in modo che il proprio personale indossi uniformi pulite e, di conseguenza, optare per materiali e colori che garantiscano mimetizzazione delle possibili macchie e facilità e praticità di lavaggio;

-       la Personalizzazione: nella scelta dell’abbigliamento da barista, dobbiamo sempre considerare che questo deve permettere alla clientela un immediato riconoscimento del ruolo che ogni membro dello staff svolge all’interno della propria attività. Di conseguenza, diventa importante scegliere l’abbigliamento adeguato, che sia personalizzato in base alla mansione che si svolge;

-       i Colori, sono un elemento che trasmette emozioni: per questo, quando scegliamo l’abbigliamento dei nostri baristi, dobbiamo cercare di renderlo, il più possibile, coerente con la linea generale scelta per l’abbigliamento di tutto il personale del nostro locale. Avere delle divise che siano in sintonia con l’immagine complessiva del locale andrà a contribuire alla costruzione della sua identità.

-       la Robustezza. l’acquisto delle divise da barista rappresenta un investimento non indifferente nel bilancio della nostra attività: per questo motivo, è importante porre molta attenzione ai tessuti che compongono i capi che andremo ad acquistare, a preferendo materiali robusti, in grado di resistere ai continui lavaggi senza perdere il colore. Sicuramente il poliestere 100%, pur non garantendo un’elevatissima traspirazione, è sicuramente il materiale che permette di avere maggiore robustezza e una duratura resistenza del nostro abbigliamento da barista nel tempo.